libe_big2Sul fatto che il playback sia una delle piaghe della musica moderna, siamo tutti d’accordo. Artisti di enorme talento sono costretti a mimare le loro stesse performance, per motivi legati alla messa in onda televisiva, a discordanze tecniche e tempistiche estremamente frettolose.

Un artista, dopo aver imparato a cantare e/o a suonare, dopo aver messo enorme energia nell’apprendere come utilizzare al meglio uno strumento, e dopo aver composto con fatica e dedizione la sua opera musicale… deve fare questo.

Parliamo però dei VideoClip Matrimoniali che circolano in rete.

Molti sono i video che circolano sul web, sui portali di agenzie di spettacoli, su siti per organizzazione di eventi. E’ acclarato che sul palco “ciò che sembra è”, ma molte volte, il playback, usato anche nei provini e nei video promozionali, danneggia la scelta o addirittura compromette la buona riuscita dell’evento stesso.

Nel nostro settore, musica per matrimoni, spesso si ascoltano dei video promozionali che vengono visionati dagli sposi, che non hanno niente di live. Sono solo esecuzioni registrate e manipolate, magari fatte anche dagli stessi componenti del gruppo che però NON SUONANO in quel momento, ingannando così l’ascoltatore che valuta ciò che sente e non ciò che sentirà durante il suo matrimonio.

Molto spesso si dimentica che gli ospiti di un matrimonio che si ritrovano come accompagnamento dell’evento la musica live, a parte l’animazione con djset o mp3, vogliono sentire la vera emozione di chi canta, e, personalmente, sono sicuro che riconoscendo che è un live, sorridono agli errori che potrebbe fare la band o ai colpi di tosse che può avere il cantante.

Tutto ciò lo si fa per vendere a chi non ha possibilità di valutare dal vivo una band, a chi si deve affidare esclusivamente ad un video. Si è vero il video deve essere professionale il più possibile, ma a tutto c’è un limite.

Non credo che i fotografi sostituisco le voci degli sposi con la voce di doppiatori che possiedono la dizione corretta delle parole che si pronunciano durante il rito religioso o civile.

Dopo 30 anni di esperienza, non posso andare a prendere in giro la gente. I nostri video li facciamo durante i matrimoni, tra un cameriere ed un ospite che passa davanti alla telecamera o il telefonino; a noi piace cosi. E’ solo in questo modo che il risultato, molto spesso, è superiore alle aspettative.

A noi piace curare l’audio in sala, usiamo strumentazione digitale adeguata che ci permette di far ascoltare la musica al giusto volume, senza trucchi e senza inganni.

L’altro giorno ho sentito una coppia di sposi indecisa sulla scelta. Lo sposo mi ha detto molto onestamente che stavano valutando oltre a noi anche un altro gruppo del quale mi ha detto il nome.

Sono andato a guardare i video su Facebook ed ho notato la perfezione dell’esecuzione, senza nessuna sbavatura, senza nessun errore. All’inizio, pur essendo musicista, non avevo notato, però, che gli strumenti che suonavano non erano manco collegati; non un jack, non un cavo, niente. Non era collegato niente. Ma il cantante cantava, e cantava davvero bene!

Mi sto ancora chiedendo chi sceglierà lo sposo. Mi richiamerà!

La gente vuole sentire le cose che gli piacciono. Questo noi lo sappiamo fare solo dal vivo. Aprire la bocca senza emettere nessun suono, no… questo lo lasciamo fare agli altri.

Se avete scelto questo tipo di valutazione, sperate che oltre ad essere bravi attori siano anche bravi musicisti.

                                                                                                               Gianfranco Ricciotti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...